Classe LM-12
DSA

Coordinatore del Consiglio di Corso di Laurea:
Prof.ssa Raffaella Fagnoni // fagnoni@arch.unige.it
tel: 010 209 5862
Consiglio del Corso di Laurea


La prova di ammissione del 22/11/2017 si svolgerà nell'aula 4 B alle ore 11:00.
Elenco dei candidati ammessi, esenti e non ammessi alla prova di ammissione. Il Test consiste in una prova attitudinale, per valutare la predisposizione del candidato a confrontarsi con l’analisi di un prodotto.
Ai candidati verranno presentati tre prodotti e verrà chiesto di sviluppare un’analisi scritto-grafica, con testo integrato con schemi, grafici, disegni, ecc. ben composti in un foglio, nel tempo massimo di 2 ore.

BIBLIOGRAFIA CONSIGLIATA TEST DI AMMISSIONE:
Deni, Michela, La semiotica e il progetto. Design, comunicazione, marketing, Franco Angeli, 2010
Donald A. Norman, La caffettiera del masochista. Psicopatologia degli oggetti quotidiani, Firenze, Giunti, 2005 ("Psicologia") (I ed. ital.: ivi 1990; ed. orig.: The Design of Everyday Things, New York, Dubleday, 1988.
Maeda, John , Le leggi della semplicità, Ed. Mondadori, 2006
Mari, Enzo , 25 modi per piantare un chiodo, Ed. Mondadori, 2011
Potter, Norman, cos’è un designer, things/places/messages, Ed. Codice Edizioni, 2010
Vitta, Maurizio, Il progetto della bellezza, il design fra arte e tecnica, 1851-2001, Ed. Piccola Biblioteca Einaudi, 2001
Vitta, Maurizio, Le voci delle cose, Einaudi, Torino 2016



OBIETTIVI DEL CORSO




Il Corso consente di coprire un’ampia richiesta formativa sul design del prodotto e dell’evento che partendo dal concept di prodotto giunge alle pratiche per l’evoluzione della comunicazione e dei sistemi di servizio.

La formazione in design del prodotto e dell’evento consente di far evolvere la figura del progettista industriale a consulente globale, consentendo di coordinare l’intero processo produttivo dall’ideazione alla distribuzione, alla diffusione dell’immagine aziendale, intendendo come azienda anche il sistema dei servizi a completamento delle attività di una filiera o di un territorio.

PROSPETTIVE PROFESSIONALI




  • libera professione;
  • occupazione presso aziende, imprese, studi
  • professionali, società di progettazione per l’industria e l’artigianato;
  • progettazione di servizi per la valorizzazione del patrimonio aziendale, istituzioni ed enti pubblici e privati.